Loading...

Tre cose da fare per avere successo nella vita

Avere successo

Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto.

Thomas Jefferson

Avere successo.

Una frase, tanti significati.

Il concetto di successo è dopotutto estremamente personale.

Ciò che avere successo significa per me potrebbe essere molto differente rispetto a ciò che significa per te.

Per alcuni di noi il successo potrà identificarsi in una famiglia, un lavoro stabile ed un solido matrimonio, per altri nella competizione aziendale e nel raggiungimento di un ruolo al vertice.

Per altri ancora avere successo significherà mettere in piedi una propria azienda, o magari raggiungere l’indipendenza finanziaria e girare il mondo su una barca a vela.

Insomma, lo abbiamo capito.

Ognuno di noi ha un proprio ideale di successo.

E in questo articolo faremo una cosa.

Vedremo assieme come inseguire il nostro personale ideale.

Tre semplici azioni che costituiscono un comune denominatore delle persone che hanno raggiunto il successo nella loro vita.

Semplici azioni che, quindi, non possiamo permetterci di trascurare.

Scopriamole subito assieme.

 

Armi di istruzione di massa

Avere successo

La macchina tecnologicamente più efficiente che l’uomo abbia mai inventato è il libro.

Northrop Frye

Esatto.

Proprio così.

Leggere e mantenere vivo il processo di apprendimento è una delle più importanti abitudini che accomunano le persone di successo.

E il perché, in fondo, è anche semplice da capire.

I libri forniscono soluzioni, apportano ispirazione, aprono la mente e aiutano a risolvere problemi.

Stiamone certi, avremo almeno un libro con una soluzione per ogni nostro problema.

Quali che siano le nostre difficoltà (finanziarie, relazionali, aziendali, imprenditoriali, alimentari, ecc.) un libro sarà sempre un ottimo alleato in grado di aiutarci a trovare una giusta risposta.

Ti dirò di più.

Avendo studiato economia mi piacerebbe darti un mio punto di vista.

Non posso infatti trattenermi dal suggerire i libri come la miglior forma di investimento che personalmente conosca.

E il motivo è anche ovvio.

I libri rappresentano un costo minimo a fronte di un ritorno potenzialmente illimitato.

Preziosa conoscenza acquisita a volte a costo zero e sulla quale poter costruire una migliore qualità della propria vita ed un ritorno economico potenzialmente illimitato.

Cosa succede però nella realtà?

Come ci comportiamo davanti ai libri?

Coraggio, lo sappiamo bene.

Nella maggior parte dei casi diciamo a noi stessi di non avere tempo da dedicare alla lettura.

Fuochino? 😉

Bene.

Riflettiamo allora un attimo su questa affermazione.

Viviamo in una società in cui spendiamo ogni giorno ore (ORE) sui social network, guardiamo per ore (ORE) la serie tv del momento, o navighiamo per ore (ORE) senza meta sul web.

Trascorriamo il tempo, la nostra risorsa più preziosa, nei modi più disparati possibili e poi non troviamo venti minuti al giorno da dedicare alla lettura?

Non raccontiamoci favole.

Quello che manca non è il tempo, è la forza di volontà.

Se realmente fosse impossibile trovare venti minuti di tempo libero al giorno per sovrabbondanza di impegni, bé, quella sarebbe una schiavitù e non più una vita.

Il discorso a mio avviso è quindi molto semplice.

Se vogliamo avere successo dobbiamo leggere e continuare ad imparare, anche e soprattutto dopo gli studi universitari 😉

 

Circondiamoci delle persone giuste

Avere successo

Noi siamo la media delle cinque persone più strette delle quali ci circondiamo.

Jim Rohn

Ti dirò una cosa che già sai.

Una semplice verità.

Non siamo costretti da strane forze cosmiche a condividere la nostra vita con persone che non ci piacciono.

Persone con le quali siamo cresciuti o con le quali condividiamo spazi universitari, lavorativi e sportivi.

Amicizie che ci sono capitate un po’ per caso e che ci sentiamo costretti a continuare a mantenere.

Quelle che chiamo amicizie di default“.

Possiamo infatti benissimo scegliere di cambiare le nostre frequentazioni.

E questo per un semplice motivo.

Se vogliamo avere successo dobbiamo circondarci di persone positive, di supporto, oneste e volenterose.

Persone di cui ci fidiamo e con le quali influenzarci positivamente a vicenda.

Certo, lo so bene.

Capire quali sono le persone alle quali veramente teniamo e in grado di farci stare bene non è sempre facile.

E proprio per questo ci potranno essere molto utili due semplici tecniche.

 

Il principio 80/20

Esatto.

Il principio di Pareto ci viene in soccorso anche in quest’ambito.

Applichiamolo così:

Chiediamoci qual è il 20 per cento delle persone alla cui compagnia non vorremmo mai rinunciare.

Quali sono le persone che ci forniscono l’80 per cento del supporto di cui abbiamo un costante e reale bisogno.

Scremiamo le nostre abituali compagnie e troviamo chi per noi è veramente fonte di supporto e di leale amicizia.

 

Metodo di Warren Buffett

Questo metodo è utile e fantasioso.

Funziona così:

Immaginiamo le persone che frequentiamo come un complesso di azioni societarie.

Sì, esatto.

Come quelle che sono scambiate alla borsa di Milano.

Chiediamoci adesso di quale persona vorremmo acquistare, ad esempio, metà delle quote.

Quali azioni vorremmo acquistare perché prevediamo che, per le particolari qualità possedute, per la propria onestà, per la propria dedizione al lavoro e al gruppo, quella persona in futuro vedrà aumentato il proprio valore?

Quelle così individuate saranno le persone ambiziose e di supporto delle quali abbiamo realmente bisogno.

 

Spero dunque di essere stato chiaro.

Se non siamo soddisfatti delle nostre amicizie e se pensiamo che siano per noi limitanti è arrivato dunque il momento di armarci di un pò di cinismo, interromperle e cercarne di migliori.

Ma andiamo avanti.

 

Continuità verso la meta

Avere successo

La pazienza, la perseveranza e il sudato lavoro creano unimbattibile combinazione per il successo.

Napoleon Hill

Coraggio.

Lo sappiamo bene.

Molti di noi non sanno dove vogliono realmente arrivare nella vita.

Non hanno un traguardo o una meta da raggiungere.

Si abbandonano ad una vita di inerzia rispettando gli standard di una vita perfettamente convenzionale.

Altri di noi ogni tanto invece ci provano.

Usano le classiche risoluzioni di fine anno, partono a mille, ma poi mollano alle prime difficoltà e, a distanza di settimane, si ritrovano esattamente al punto di partenza.

E questo è anche comprensibile.

Viviamo dopotutto in una società in cui vogliamo tutto e subito.

Ogni cosa è alla portata di un click, senza fatica, e nel momento in cui ci accorgiamo che il percorso sarà impervio e tortuoso cosa facciamo?

Molliamo la presa e magari rimandiamo all’anno successivo.

Dobbiamo, al contrario, mettere in chiaro un aspetto.

Stabilire un traguardo è importante ma non è l’unica cosa che conta.

Dobbiamo anche definire un piano di azione ed instaurare quelle buone abitudini che ci condurranno da dove siamo ora a dove vogliamo realmente essere.

Il tutto ovviamente richiede il coraggio di uscire dalla propria zona di comfort, ed una ferrea forza di volontà per resistere alla iniziale mancanza di risultati, alle distrazioni e alle tentazioni esterne.

E in questo blog troverai tantissimi suggerimenti su questi temi.

 

Conclusioni

Bene.

Qui finisco l’articolo.

In basso ti rimando ad alcune risorse utili.

Spero che quanto letto ti sia stato utile e di ispirazione.

Ti mando un abbraccio.

Carlo

 

Risorse utili

Avere successo

Leggere è una delle più preziosi abitudini delle persone di successo. Lo abbiamo scoperto in questo articolo. E personalmente in questo Audible mi ha aiutato enormemente. Ho trasformato lunghi tempi di attesa in momenti di prezioso studio e apprendimento. Si può dire che in fondo metà dei contenuti di questo blog sia frutto dei suoi audiolibri. Consiglio di provarlo almeno per il primo mese. Gratis e senza spese.

You might also like

No Comments

Rispondi