Loading...

Come aumentare la forza di volontà

Aumentare forza di volontà

La maggior parte delle azioni della vita sono alla nostra portata, ma le decisioni richiedono forza di volontà.

Robert McKee

Probabilmente ne hai già sentito parlare.

In giro si dice spesso che la forza di volontà sia un muscolo.

Ed in fondo secondo me è un po’ vero.

Al pari di addominali e bicipiti anche la nostra forza di volontà può aumentare ed essere allenata tramite un giusto training.

Certo, si tratta di un muscolo leggermente differente.

Un muscolo mentale per essere esatti.

Un muscolo che quindi richiederà strumenti ed esercizi specifici.

E tra pochissimo scopriremo quali sono.

Quello che intanto vorrei dirti è un’altra cosa.

La forza di volontà, la nostra capacità di impegnarci nel lungo termine è estremamente importante.

Rappresenta ciò che fa la differenza tra il raggiungere un obiettivo o meno.

La nostra forza di volontà, la capacità di rimanere focalizzati, va ben oltre la famosa motivazione di capodanno.

Una motivazione con la quale sono sicuro abbiamo tutti una certa familiarità.

Una motivazione di breve termine, nella quale ci lanciamo carichi di adrenalina in meravigliosi e mirabolanti nuovi propositi salvo poi desistere a distanza di qualche settimana non appena l’euforia iniziale viene meno.

Dai, non fare il finto tonto, sai bene di cosa parlo 😉

E qui veniamo al punto.

È invece proprio la forza di volontà a farci tirare dritto verso la meta anche quando la motivazione iniziale non c’è più.

È la forza di volontà che ci fa lavorare sui nostri progetti sia col buono che col cattivo tempo, sia quando ne abbiamo voglia sia quando preferiremmo stare al bar con gli amici.

Ma com’è possibile allora allenare questo muscolo?

Com’è possibile aumentare la nostra forza di volonta?

Scopriamolo suibito.

 

Procrastiniamo la tentazione

Aumentare forza di volontà

Facciamo subito questa cosa.

Rivolgiamo per un attimo lo sguardo a come trascorriamo le nostre giornate.

Cosa succede di solito?

Ci impegniamo sul nostro lavoro.

Siamo carichi e concentrati, ma poi ad un certo punto succede qualcosa.

Ci distraiamo, alziamo lo sguardo dai libri, prendiamo lo smartphone, vediamo se ci sono notifiche.

Cazzeggiamo su Instagram, andiamo su Youtube, cominciamo con uno e poi ci perdiamo tra i video correlati, rispondiamo agli amici su Whatsapp, e così via.

Familiare il quadretto?

Bene.

In realtà sono proprio questi i momenti nei quali abbiamo una preziosa occasione per sviluppare la nostra forza di volontà.

E ti spiego subito come.

La prossima volta facciamo una cosa molto semplice.

Procrastiniamo la tentazione.

Sì, esatto.

Posticipiamo la distrazione che ci balza in testa per altri dieci minuti, o anche mezz’ora.

Nel momento in cui avvertiamo la tentazione di prendere lo smartphone facciamo un respiro e fermiamoci.

Promettiamo a noi stessi un appagamento posticipato.

Quello che succede dopo è sbalorditivo.

Alla fine di questo rimando avvertiremo uno strano senso di compiacimento per essere riusciti a resistere a quella piccola tentazione.

Forti di questo risultato iniziale molto probabilmente continueremo a rimanere focalizzati sulla nostra attività.

Si viene così a generare un circolo virtuoso del tipo: “Se ho resistito mezz’ora posso resistere anche un’ora”.

Arriveremo forse a cancellare del tutto quella distrazione dalla nostra testa.

Il meccanismo è quindi semplice:

Più resistiamo ad una tentazione, più rafforziamo la nostra autodisciplina e meno rischi corriamo di incorrere in ulteriori tentazioni in futuro.

Ma è vero anche il contrario:

Quando cediamo a quella piccola tentazione iniziale erodiamo, anche se inizialmente di poco, la nostra forza di volontà.

Alimentiamo la nostra incapacità di rimanere focalizzati.

E questo, nel suo piccolo, ci renderà maggiormente vulnerabili alle prossime distrazioni, innescando una spirale negativa.

Sul tema della tentazione e della gratificazione posticipata penso potrà piacerti questo Ted Talk.

 

Non rimandiamo le cose importanti

Aumentare forza di volontà

Un altro stratagemma che ti propongo è proprio questo.

Se da un lato, come abbiamo visto, dobbiamo procrastinare le tentazioni, non dobbiamo mai invece rimandare le attività importanti.

Se dobbiamo fare qualcosa, anche di complicato, facciamola. Punto.

Il principale impedimento è che spesso all’inizio, dinanzi un compito difficile, lungo e complicato, ci blocchiamo.

E questo perché quel compito ci sembra una fatica d’ercole.

Ci sembra complesso, articolato e dall’esito incerto.

Non riusciamo nemmeno a vedere il traguardo.

E quindi procrastiniamo.

Mettiamo la testa sotto la sabbia come gli struzzi e posticipiamo ad una ipotetica data futura la ripresa delle nostre attività.

La soluzione è però un’altra.

Niente da lunedì comincio quel progetto, niente date magiche, niente da domani comincio a studiare, niente dal prossimo mese mi metto a dieta.

Cominciamo con un primo piccolissimo step.

Cominciamo con un primissimo passo in avanti, avvalendoci anche della tecnica del pomodoro.

Ogni piccolo sucesso, ogni piccolo traguardo, per quanto modesto, sarà linfa vitale per la nostra autostima e per la nostra forza di volontà.

Genererà in noi la sensazione di potercela fare e quel traguardo un tempo lontano non sembrerà più così irragiungibile.

 

Sfidiamo noi stessi

Aumentare forza di volontà

Un’altra tecnica che uso è quella delle piccolissime sfide legate alla nostra quotidianità.

Piccole challenges che assumiamo con noi stessi e non necessariamente legate ai nostri obiettivi principali.

Parliamo di piccole sfide che aiutano a mantenere alta la nostra autodisciplina.

Ad esempio:

Possiamo impegnarci a svegliarci alle cinque per una settimana e andare a fare una corsetta, o a rifare sempre il letto come prima cosa appena svegli.

Possiamo impegnarci a tenere un diario giornaliero ogni sera, o ad evitare di assumere cibo spazzatura dal lunedì al venerdì.

Possiamo, ancora, sforzarci di mantenere la schiena dritta durante l’intero orario di lavoro in ufficio, e così via.

Un piccolo successo tirerà l’altro e favorirà lo sviluppo di una maggiore forza di volontà sulla base di quello stesso meccanismo, di quello stesso loop positivo, cui abbiamo accennato nei precedenti due punti.

Sull’argomento ti lascio anche con un brevissimo estratto di un interessantissimo discorso.

Se fai il tuo letto ogni mattina, avrai compiuto il tuo primo compito del giorno. Ti darà un piccolo senso di orgoglio e ti incoraggerà a fare un altro compito. E un altro. E un altro. E alla fine della giornata, il primo compito completato sarà diventato un compito principale completato.

Admiral William H. McRaven. University of Texas at Austin 2014 Commencement Address (Video da guardare)

 

Conclusioni

Bene, questi sono tre piccoli stratagemmi che sono sicuro ci saranno di forte aiuto per rinvigorire il nostro muscolo della volontà.

Se ne conosci altri condividili pure con noi nei commenti.

Noi ci leggiamo al prossimo articolo.

Un abbraccio,

Carlo

 

 

You might also like

No Comments

Rispondi