Loading...

Viaggiare da soli. Ecco perché dovremmo farlo

Viaggiare da soli

Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi.

(Anonimo)

Ebbene sì.

Fresco fresco di laurea sono tornato nella bella Palermo.

E il mio primo nuovo post in qualità di giovane dottore disoccupato sarà dedicato ad un argomento che mi sta molto a cuore.

Indovina infatti un po’…

Parleremo di viaggi 😉

Ooo bravo Carletto, auguri per la laurea. Ora veloce che sto prenotando per le vacanze.

Chemmi suggerisci?? Ibiza, Mykonos o Formentera??

Frena, frena, frena.

Parleremo di viaggio, sì.

Ma lo faremo in maniera un po’ più particolare.

Parleremo infatti degli incredibili benefici del viaggiare da soli.

Fidati di me, continua a leggere e scoprirai tante cose interessanti 😉

 

La mia esperienza

Viaggiare da soli

Buy the ticket, take the ride.

In questi ultimi anni mi sono accorto di  una cosa.

Ho capito quanto viaggiare mi abbia fatto bene.

Mi ha aperto nuovi orizzonti, svelato nuove possibilità e indirizzato lungo nuovi percorsi di vita.

Si potrebbe dire, in fondo, che anche questo blog sia nato proprio così.

Da un viaggio, o meglio da una mobilità Erasmus.

Tra i miei viaggi migliori e più ricchi di sorprese ci sono senza dubbio i viaggi in solitaria.

Quelli armati solo di zaino in spalla, gambe allenate e tanta voglia di esplorare.

Ti dirò di più.

Per molti miei amici il discorso è un po’ diverso.

Non capiscono perché mai una persona sana di mente dovrebbe farsi un viaggio da solo.

Mi chiedono se non ho paura di annoiarmi, di perdermi, di essere rapito dagli umpa lumpa o di essere sbranato dai leoni.

Io rispondo sempre così:

Prova, armati di coraggio, fallo pure tu.

Mi ringrazierai al ritorno.

Questo è un articolo quindi dedicato a tutti coloro che, per timori vari, non hanno ancora mai intrapreso un solo travel.

Vedremo assieme quali sono i principali benefici del viaggiare da soli e stare per un po’ lontani dal comfort di casa e dalle solite abitudini di vita.

Sei pronto?

Bene.

Cominciamo 😉

 

Faremo veramente nuove conoscenze

Viaggiare da soli

C’è una cosa importante di cui mi sono accorto.

Quando viaggio con amici tendiamo a rimanere un po’ tutti assieme.

Restiamo chiusi nel guscio del gruppo e trascorriamo la totalità del tempo insieme.

Certo.

Questo è rassicurante e rinsalda anche la nostra buona amicizia.

Ma i motivi per cui viaggiamo sono anche altri.

Viaggiamo perché desideriamo aprirci a nuove culture e metterci alla prova.

Viaggiamo perché vogliamo vedere le cose da una nuova prospettiva ed espandere i nostri orizzonti.

Viaggiamo perché vogliamo finalmente parlare in altre lingue ed immergerci in esperienze di vita profondamente diverse da quelle a cui siamo abituati.

Ti darò un paio di esempi personali.

Se fossi stato sempre in gruppo probabilmente, in questi anni, una gentile famiglia a Sighisoara (Romania) non mi avrebbe invitato al suo tavolo per trascorrere assieme una serata folkloristica in compagnia di ottimo vino e deliziosi piatti locali, così come magari a Sinaia, piccola località in prossimità della Transilvania, non avrei trascorso un weekend indimenticabile in giro per la città con ragazze e ragazzi del posto conosciuti in occasione di una visita al castello.

Viaggiare da soli

Ancora, se fossi stato in gruppo probabilmente non avrei conosciuto in ostello a Firenze un giovane addetto marketing di Bilbao con i cui amici (cuochi) avrei poi condiviso una memorabile cena di Natale, o magari sempre in ostello, a Breslavia, non avrei incontrato una concittadina palermitana con la quale poi sarei andato a ballare e ad assaporare deliziosa Vodka Soplica nei locali della oldtown polacca.

Viaggiare soli ci costringe quindi a superare la timidezza e a mettere alla prova le nostre skills sociali.

Un sorriso e sincera apertura verso il prossimo sono tutto ciò di cui avremo bisogno 😉

 

Aumenta la nostra autostima

Viaggiare da soli

Possiamo starne certi.

Ci passeremo.

Un treno perso all’ultimo.

Un bagaglio smarrito.

Un cellulare rubato nella metro ad Atene (sì, ne so qualcosa).

O magari ancora non ci sentiremo troppo bene.

Avremo zero soldi in tasca e troveremo una soluzione di fortuna all’ultimo su Couchsurfing.

Mille imprevisti e cambi di programma di fronte ai quali dovremo cavarcela noi soltanto.

Mi segui? 😉

Viaggiare da soli mette alla prova la nostra resilienza.

Ti dirò la verità.

Sul momento potremo sentirci colti alla sprovvista e impreparati.

Rimpiangeremo alcune scelte e diremo a noi stessi: “Ma chi me l’ha fatto fare?”.

Arriveranno forse momenti in cui non vorremo altro che essere nel calduccio di casa nostra.

Alla fine di tutto, una volta tornati a casa, ci accorgeremo però di una cosa.

Ognuna di queste esperienze ci avrà aiutato a crescere.

Saranno state per noi un’ottima palestra di vita.

E sai che c’è?

Forse, alla fine, ne saremo anche grati.

 

Totale flessibilità

Viaggiare da soli

Sarò sincero.

Mentre amo comunque viaggiare con pochi amici fidati c’è una cosa che non ho mai gradito (e che forse non gradisci particolarmente nemmeno tu).

Parlo dei viaggi in comitiva.

Sì, esatto.

Parlo delle ciurme di speranzosi viaggiatori che una volta arrivati a destinazione non troveranno mai accordo sul programma della giornata.

Parlo anche delle fiumane di turisti col pacchetto organizzato che per tutto il viaggio seguiranno con apprensione una guida che sventola una bandierina colorata.

Quando viaggiamo da soli, al contrario, nessuno dirige il viaggio se non proprio noi stessi.

Possiamo cambiare la nostra agenda in qualsiasi momento senza darne giustificazione a nessuno.

Possiamo abbandonarci all’imprevedibilità del viaggio ed emozionarci in nuove avventure non programmate.

 

Tempo per stare con noi stessi

Viaggiare da soli

Ai miei occhi è il più grande beneficio.

Amo viaggiare da solo perché mi permette di stare con me stesso in nuovi meravigliosi posti.

Mi permette di spegnere le distrazioni esterne e riflettere.

Riflettere su cosa?

Semplice.

Riflettere su come guido le mie giornate e su dove ho indirizzato la mia vita.

Riflettere sulle mie autentiche aspirazioni e sui traguardi che continuo ad inseguire.

Libero la mente, faccio un passo indietro e guardo le cose nel loro insieme.

In quel momento capisco se sto andando o meno nella giusta direzione, e se quindi devo aggiustare qualcosa.

Ma non è finita qui.

Traggo inoltre ispirazione da nuovi paesaggi, nuove persone, nuovi musei e nuova arte.

Torno quindi a casa con nuove certezze, nuove conoscenze e nuovi propositi su come intendo portare la mia vita al prossimo livello.

 

Conclusioni

Spero dunque questo articolo ti abbia ispirato e fatto trovare un po’ di coraggio.

Ti auguro veramente, almeno una volta, di intraprendere un viaggio in solitaria.

Fidati di me.

Sarà un’esperienza che ti cambierà la vita.

Prima di salutarci vorrei solo condividere con te uno dei miei aforismi preferiti.

Tra vent’anni sarai più deluso dalle cose che non hai fatto che da quelle che hai fatto. Perciò molla gli ormeggi, esci dal porto sicuro e lascia che il vento gonfi le tue vele.

Esplora. Sogna. Scopri.

Mark Twain

Ci leggiamo al prossimo articolo.

Un abbraccio,

Carlo

 

Risorse consigliate

Codice sconto Airbnb

Airbnb è indubbiamente una delle soluzioni migliori quando si tratta di trovare alloggio durante i nostri viaggi.

Registrandoti con questo codice avrai 34 euro di sconto per il tuo prossimo viaggio.

 

Babbel

Perché viaggiare da soli

 

Ad oggi Babbel resta secondo me la miglior app per imparare con facilità nuove lingue.

La consiglio.

 

 

You might also like

No Comments

Rispondi